13 giugno


lettere

il respiro caldo
del vecchio che arranca
scivola dall’alba alla sera
e un gioco d’anime andate
accende l’intermittente infinito,
dolce è il silenzio
ed io fermo a scoprirmi nel nome
rinnovo il bagliore degli anni
trascorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.