Alzheimer


 

Perdute sono già
tra gli abissi del tempo
le parole non date.

Giungerà il giorno
e vi guarderò negli occhi
dalle superfici agli angoli dell’avvenire
che è accaduto
e passato
e sfinito.

Senza sapervi lì
per quello che è stato
e non so più dire.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.