Con gli occhi chiusi di Tozzi


Con gli occhi chiusi
– Federigo Tozzi, 2007 – Garzanti – pp. 156 – € 9,00.

Racconto dal sapore antico, nel linguaggio e nell’evocazione. Un protagonista, Pietro, figlio del trattore, benestante, ove si possa definire tale chi vive una modesta esistenza di campagna, tra i borghi toscani di primo novecento. Un ragazzo ingenuo, al limite dell’imbecillità a seguire la scia di una ragazza, presto diventata donna. Differenza di classe, diffidenza, ambizione. La giovane Ghìsola che tenta la scalata sociale, saltando da un uomo all’altro, rimanendo incinta, con la speranza di poter affibbiare al giovane, perdutamente innamorato, quel figlio non suo. Ma i tempi stringono, e in una rievocazione di luoghi e personaggi eterea, dipinta dalla parola di Tozzi come in un quadro di stile “macchiaiolo”, l’impresa dell’astuta giovane fallisce, e porta con sé l’ideale amore di Pietro che sfuma nella mediocrità di un’esistenza mediocre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.