Dalla camera accanto


lettere

E andrò a cospargermi
di versi e rose nell’alba
mentre
scroscia calda la vita
e come pioggia disegna
nell’aria
fitte trame e gabbie
orditi di memoria,

eh, sì,
ho ancora un goccio
da finire
mentre
scroscia calda la vita
dentro e pulsa
come l’orologio che
avverte
dalla camera accanto
e qui
tra le mie braccia la musica
di quattro archi in croce
a svelare la menzogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.