L’estate del ’78 di Alajmo


L’estate del ‘78
– Roberto Alajmo, 2018 – Sellerio Editore – pp. 176 – € 15,00.

Talvolta accade che i libri ci scelgano. Ci stanno ad attendere, oltre la soglia. Uno scaffale, un interstizio tra esistenze male in arnese. E mani incerte a sfogliare le pagine e occhi attenti a seguire il filo della narrazione. L’estate del ‘78 è un Ritratto di famiglia. Con pudore. La grazia e la dolcezza non sono sempre dei vivi, ma di certo hanno trovato rifugio in questo breve romanzo. Un gioiello di eleganza. Un diario, una confessione, una speranza. La speranza che la scrittura possa ancora costituire un luogo di salvezza. Per chi la pratica e per chi l’accoglie. Una catarsi. Un rifugio dicevo, dalle ossessioni, dalle debolezze, dai rimorsi. Un passo oltre quelle ossessioni, quelle debolezze, quegli stessi rimorsi. Alajmo dispiega un dolcissimo canto della melanconia per ciò che la vita ha gli impresso nella retina della memoria. Per Elena e Vittorio. Per il passo oltre che è in Arturo, il figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.