Ma non chiedermi di rimanere


lettere

Madre,
lavami
le ferite del mattino
con le dita
che mi hanno battezzato vivo
e tergi
le lacrime che verranno
coi sorrisi d’estate che m’hai regalato,
ma non chiedermi di rimanere.

Madre,
fa che tenga fede
al tuo nome,
a me stesso
e alla memoria
di ogni tua parola d’amore,
ma non chiedermi di rimanere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.