Memorie


lettereE ho camminato
fino a raggiungere l’orizzonte
e forse ho pianto
per ricongiungermi alle maree
ed ho cantato
al vento la nenia del passato
fino a girargli intorno per non finirci dentro
e ho attraversato
le tue dita per ritornare vivo
e in quelle mani ho nascosto il pudore
di un’anima in fiamme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.