Con ossa di cristallo

“Che cos’è la cosa più favolosa al mondo per lei?” “Il desiderio, perché è umano.” [M. Petrucciani]   La luce insolente di occhi indagatori puntata su di me disegna un’ombra lieve. Piccola cosa intorno al rumore che genera il mio passaggio. Qualcuno si sfrega le mani, gente in fila assiepata da ore davanti l’entrata. Il […]

Il tempo di una canzone di Powers

Il tempo di una canzone – Richard Powers, 2010 – Mondadori – pp. 835 – € 14,00. Tasti bianchi tasti neri. Differenze che confluiscono, fondendosi in un’unica melodia. Razze miste sovrapposte, intrecciate in un infelice contrappunto, tendono ad essere un’unica anima, una sola canzone. E il suo tempo, l’incedere che dura tutta una vita, e […]

Cortàzar – Il persecutore

«Mi sembra di capire perché la preghiera esige istintivamente che ci si metta in ginocchio. Il cambiamento della posizione simboleggia un cambiamento della voce, in ciò che la voce sta per articolare, in quelle stesse cose che vengono articolate. Quando è arrivato il momento in cui si intravede questo cambiamento, le cose che fino a un istante […]

In volo, oltre la polvere

Dicono che non puoi sollevarti da terra. Dicono che non puoi nemmeno provarci se nasci col colore della mia pelle. Dicono che rimarrai schiacciato col ventre sull’asfalto. Dicono che gli uomini non sono tutti uguali. Dicono che c’è un dio maggiore ed altri minori, dicono che c’è un unico credo e le altre sono semplicemente […]

Eleonor e le gardenie

Ed eccomi nuovamente qui. Ancora una volta. Mai abbastanza. Per quanto si possa dire mai più, non avrai la certezza di chiudere. Di darci un taglio. Di voltare pagina una buona volta. Non è così che vanno le cose quando ti ritrovi a dipendere. Accade con le persone, con i ricordi, con quello che ci […]

You gotta pay the dues, if you wanna sing the Blues

Andavamo in giro per gli stati. Talvolta ci scambiavano per zingari in viaggio. Come piccole carovane multicolori e strombazzanti passavamo per i centri delle cittadine incitando la gente a uscirsene fuori dalle abitazioni misere. Erano periodi di miseria in cui tutto sembrava piegarci le ossa verso la polvere delle strade. Pochi vestiti ad addobbare molte […]