E poi


diario

Carico la strada
in passi di dolore
che alternano il sorriso
e si stringono all’amore
che dai
o vorresti avere
nel volgere di un giorno
che volge già
all’altrove.

E poi la vita scorre
come rugiada scorre
su un rivolo di tempo
senza lasciare traccia

e poi la vita trema
davanti agli occhi trema
e scivola leggera
su lacrime che so
nascondermi nel palmo
di questa mano stanca
che sto tendendo a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.