Skip to content

Cortàzar – Il persecutore

220px-Cortázar

«Mi sembra di capire perché la preghiera esige istintivamente che ci si metta in ginocchio. Il cambiamento della posizione simboleggia un cambiamento della voce, in ciò che la voce sta per articolare, in quelle stesse cose che vengono articolate. Quando è arrivato il momento in cui si intravede questo cambiamento, le cose che fino a un istante prima mi erano sembrate arbitrarie si riempiono di un profondo senso, si semplificano straordinariamente e nello stesso tempo si semplificano.»
[J. Cortazar]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.