Al risveglio


lettere

Un gallo che rimette al mondo il proprio canto,
allegri fruscii di foglie in cerca di colore
tra esili fili in rame di un sole antico,
e auto in corsa, rombanti di clamore, verso lidi migliori
a caricare speranze, assenze, divergenze e attese

mentre un flebile soffio di voce mi riempie l’anima
io chiedo in silenzio alle tue labbra le mie
e una fugace impressione di vita
che nasce dal sorriso
mi attraversa lo sguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.