Vagiti


diario

Il crepitare dei ricordi
nel tepore di una carezza,
il sussurro di un bacio
tra gli strappi del dolore
e il sorriso acceso per l’alba a venire,
il fremito lieve di un abbraccio
e la parola che sta lì,
pronta a germogliare.

2 thoughts on “Vagiti

  1. Ed è proprio “la parola che sta lì,
    pronta a germogliare” che dona vera speranza al futuro e non questi giorni di finto splendore festivo… Grazie per i tuoi versi. Michele Nigro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.